Isole Borromee Isole Borromee
Ingressi
  • L'OFFERTA DELLE TERRE BORROMEO
  • Le proposte per le scuole

Didattica per le scuole

Offerta didattica

Le attività didattiche proposte da Terre Borromeo sono pensate per offrire esperienze formative stimolanti e avvincenti alle classi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie. Ogni attività è personalizzata secondo l’ordinamento scolastico di appartenenza così da permettere il miglior approccio per ogni età e livello di formazione. Tra laboratori, visite ludico-creative, giochi educativi e lezioni magiche i piccoli esploratori potranno scoprire i tesori delle location sul Lago Maggiore: la Rocca di Angera, sul versante lombardo, in provincia di Varese; il Parco Pallavicino, l’Isola Bella e l’Isola Madre, il Parco del Mottarone sul versante piemontese. Tutte le iniziative sono realizzate valorizzando la storia e le principali attrazioni di ogni location, con l’obiettivo di coinvolgere gli alunni in modo originale, perché non c’è niente di meglio che imparare divertendosi.

Rocca di Angera

Rocca di Angera

Il castello medievale che domina la sponda lombarda del Lago Maggiore è lo spazio ideale dove poter svolgere attività didattiche e ludiche dedicate a bambini e ragazzi della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria.
Attraverso il gioco e le varie proposte, scoprire la storia e l’arte della Rocca di Angera diventerà un divertente viaggio nel tempo.
Il giardino medievale si trasforma nel luogo perfetto per scoprire nuove e inusuali varietà botaniche, apprezzare la semplicità delle piante anticamente coltivate e lasciarsi sorprendere dal ciclo vitale della natura che si trasforma ad ogni stagione.
La collezione del Museo della Bambola e del Giocattolo – il più grande d’Europa, vi stupirà con gli automi provenienti da ogni parte del mondo, raccontando il mondo del gioco nei secoli passati.

Rocca-di-Angera-Offerta-Didattica-in-costume
attività-didattica-rocca-Angera

Le proposte della Rocca di Angera sono varie e adatte a ogni tipo di esigenza.
Laboratori didattici per scoprire i segreti del castello e della sua storia attraverso quesiti ed enigmi, visite gioco e percorsi animati, avventure in costume per vivere in prima persona le gesta di impavidi eroi e personaggi leggendari conosciuti solo nei libri.

Parco Pallavicino

Parco Pallavicino

Attraverso un approccio multidisciplinare, i bambini e i ragazzi possono sperimentare direttamente sul campo e apprendere a vari livelli di difficoltà i segreti e le dinamiche del mondo naturale. Le nozioni fornite avranno l’obiettivo di migliorare la conoscenza degli animali e delle piante, suggerire alcune soluzioni per avvicinarsi con rispetto e fiducia alla fauna selvatica o creare “un bosco di classe”.

I laboratori botanici e faunistici tenuti da esperti in biologia e scienze naturali del Parco Pallavicino consentono a bambini e ragazzi di avvicinarsi al mondo botanico e agli animali per imparare a conoscerli.
Le attività sono pensate per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado..
Insieme ai biologi e agli addetti del parco, si potrà dare da mangiare a daini, lama e caprette tibetane che abitano la Fattoria. Nella pulcineria, i piccoli piumati appena nati potranno essere ammirati mentre muovono i primi passi nel mondo.
L’obiettivo è quello di instaurare un rapporto tra i piccoli visitatori e gli abitanti del parco.

Parco-Pallavicino-Offerta-Didattica-02
Parco-Pallavicino-Offerta-Didattica-01

Isola Bella e Isola Madre

Isola Bella e Isola Madre

L’Isola Bella è la meta ideale per immergersi in epoca barocca. Una guida accompagnerà i ragazzi nella principesca dimora del Seicento raccontando il ricco tesoro custodito nelle 20 sale di Palazzo Borromeo: dipinti, arazzi, legni scolpiti, statue, sontuose suppellettili e l’importante Galleria dei Quadri o del Generale Berthier, unica pinacoteca rimasta fra le tante che esistevano nel Nord Italia e che andarono disperse negli anni. L’avventura continua nelle grotte a mosaico, luogo di frescura e di diletto a livello dell’acqua, e con le passeggiate nello splendido giardino all’italiana con le sue terrazze fiorite, le fontane, e le statue raffiguranti fiumi, venti, stagioni. Saliti i gradini del Teatro Massimo, sarà possibile ammirare come dal ponte di un veliero il panorama del Lago Maggiore.

Famosa per le straordinarie fioriture che la rendono unica, all’Isola Madre guide esperte accompagneranno i piccoli visitatori in un tour dedicato alla conoscenza delle incredibili varietà botaniche provenienti da tutto il mondo. Addentrandosi in questa natura lussureggiante apparirà chiaro perché Gustave Flaubert la definì un paradiso terrestre. Da non perdere il Palazzo cinquecentesco con la preziosa ricostruzione di ambienti d’epoca, la straordinaria collezione di teatrini e marionette del Seicento. Luoghi unici che da sempre hanno affascinato visitatori di tutti i tempi, da Napoleone a Carlo Alberto di Savoia, da Flaubert a Oscar Wilde.

galleria berthier isola bella
La Galleria Berthier
teatrino isola madre
Uno dei teatrini dell'Isola Madre

Compila il form per essere ricontattato

Compila il form per essere ricontattato

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
BorromeoStories
CALENDARIO DELLE FIORITURE

CALENDARIO DELLE FIORITURE

L’ARALDICA BORROMEO

L’ARALDICA BORROMEO

BorromeoBlog
CALENDARIO DELLE FIORITURE

CALENDARIO DELLE FIORITURE

L’ARALDICA BORROMEO

L’ARALDICA BORROMEO

Terre Borromeo

Una storia di amore,
tutela e rispetto
che dura da sei secoli.

Chi siamo

Suggerimenti Utili

Orari

  • Isola Bella

  • Isola Madre

  • ROCCA DI ANGERA

  • PARCO PALLAVICINO

Acquista e prenota
  • Direttamente online la possibilità di acquistare in modo sicuro e veloce i biglietti, le visite guidate e molto altro.

Come arrivare

  • Raggiungere le Terre Borromeo è facile! Sono a solo un’ora e mezza da Milano e facilmente raggiungibili dai principali aeroporti. Scopri come raggiungerle in auto, treno e come prenotare il traghetto che vi porterà sulle isole.
Mappe delle Terre Borromeo
I nostri partner
Instagram Feed
#Berthier130
🖼
Tra le figure femminili della Galleria Berthier incuriosisce la nobildonna ritratta dal celebre pittore Giovanni Antonio Boltraffio.
.
L’opera risente dell’influenza di Leonardo che in quegli anni lavorava alla corte degli Sforza, ma con una nota personale, più emotiva e coinvolgente.
Del grande maestro il pittore emula il gioiello che ferma il velo della dama, come nella raffigurazione delle “Belle Ferronnière” del Louvre.
.
Con grande maestria Boltraffio riesce a dipingere l’eleganza esteriore e interiore di una dama della corte milanese. Scoprite i dettagli nelle stories.
.
Giovanni Antonio Boltraffio
Ritratto femminile
1500 circa
Galleria Berthier, Palazzo Borromeo
Isola Bella
.
.
.
#Berthier130
🖼
Among the female figures of the Berthier Gallery, the noblewoman, portrayed by the famous painter Giovanni Antonio Boltraffio, is one of the most intriguing.
.
The work is inspired by the influence of Leonardo who, during that time, worked at the Sforza court; but the piece also invokes a personal, more emotional and engaging sentiment.
Learning from the master, the painter was able to reproduce the jewel that holds the lady’s veil, just as it is depicted in the "Belle Ferronnière" in the Louvre.
.
With great skill, Boltraffio managed to paint the exterior and interior elegance of a lady of the Milanese court. Find out more in our stories.
.
Giovanni Antonio Boltraffio
Female portrait
About 1500
Berthier Gallery, Palazzo Borromeo
Isola Bella

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #palazzoborromeo #isolabella #artlovers #galleriaberthier #artgallery #baroque #baroccoitaliano #painting #viaggioinitalia
🛡
Gli stemmi nobiliari hanno una funzione precisa: identificare una persona o una casata in modo univoco.
⚔️
Vennero adottati a partire dal Medioevo ed ebbero all’inizio una funzione pratica: servivano a distinguere i diversi guerrieri impegnati nei tornei e nelle battaglie.
Anche la famiglia Borromeo ne ha collezionati molti. Nel corso dei secoli ha arricchito lo stemma originario in seguito ad alleanze, matrimoni, variazioni di status e conquiste territoriali.
✨
Tra gli elementi distintivi del suo stemma, i tre anelli a punta di diamante rappresentano l’unione delle casate Sforza, Visconti e Borromeo e il dono ricevuto da Filippo Maria Visconti e Francesco Sforza come premio per aver custodito i loro territori.
🔎
Riuscite a individuarli nelle stories?
.
.
.
🛡
Noble coats of arms have a precise function: to uniquely identify a person or house.
⚔️
They were adopted from the Middle Ages and initially had a practical function: they were used to distinguish the different warriors engaged in tournaments and battles.
The Borromeo family have collected many over the centuries. The original coat of arms has been enriched as a result of alliances, marriages, changes in status and territorial conquests.
✨
Among the distinctive elements of its coat of arms, the three diamond-tipped rings represent the union of the Sforza, Visconti and Borromeo families and the gift received by Filippo Maria Visconti and Francesco Sforza as a reward for guarding their territories.
🔎
Can you spot them in our stories?

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #stemmi #coatsofarms
#Berthier130
🖼️
Tra tutti gli sguardi della Galleria Berthier, quello inquieto e fiero di un gentiluomo pare fissarci dritto negli occhi.
.
Sembra quasi di conoscerlo, merito della posa informale e dell'espressività del ritratto. Daniele Crespi, pittore del Seicento lombardo molto amato dalla famiglia Borromeo, è famoso per la sua capacità di coinvolgere lo spettatore creando un'empatia immediata tra il soggetto dipinto e chi lo osserva.
.
Come ci riesce? Scopritelo nelle stories.
.
Daniele Crespi
Ritratto di gentiluomo con barba
1625-1630
Galleria Berthier, Palazzo Borromeo
Isola Bella
.
.
.
#Berthier130
🖼️
Among the many gazes in the Galleria Berthier, the restless and proud one of a gentleman seems to stare us straight in the eyes.
.
It feels like we almost seem to know him, thanks to his informal pose and the expressiveness of the portrait. Daniele Crespi, a seventeenth-century painter from Lombardy, much loved by the Borromeo family, is famous for his ability to engage the viewer by creating an immediate empathy between the painted subject and the observer.
.
How does he do it? Find out in our stories.
.
Daniele Crespi
Portrait of a Gentleman with a Beard
1625-1630
Berthier Gallery, Palazzo Borromeo
Isola Bella

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #palazzoborromeo #isolabella #artlovers #galleriaberthier #artgallery #baroque #baroccoitaliano #painting #viaggioinitalia
✨
Nella giornata della donna, vi presentiamo Clelia del Grillo Borromeo Arese (1684-1777), uno straordinario esempio di emancipazione per le donne della sua epoca.
.
Coltissima, esuberante ed eccentrica, si appassionò allo studio delle lingue, alla filosofia, alla storia e alla politica, ma nutrì grande interesse anche per la mineralogia e la matematica.
.
Famosi e controversi i suoi salotti di “conversazione”: ogni sera apriva le porte della sua casa per ospitare i più importanti uomini di scienza e cultura italiani e stranieri, tra cui anche Montesquieu.
.
Clelia ricevette un grande omaggio dal matematico Guido Grandi, che nei suoi studi sui fiori geometrici nominò alcune curve "clelie", in onore della Contessa.
.
Che il coraggio di Clelia di essere libera e diversa sia il migliore augurio per tutte le donne, oggi e ogni giorno dell’anno.
💛
.
.
.
✨
On Women's Day, we present Clelia del Grillo Borromeo Arese (1684-1777), an extraordinary example of the emancipation of women of her time.
.
Cultured, exuberant and eccentric; she became interested in the study of languages, philosophy, history and politics, but also had great interest in mineralogy and mathematics.
.
Her living rooms of “conversation” were famous and controversial: every evening she opened the doors of her house to host the most important Italian and foreign men of science and culture, including Montesquieu.
.
Clelia received a great tribute from the mathematician Guido Grandi, who in his studies of geometric flowers named some curves "clelias", in honor of the Countess.
.
May Clelia's courage to be free and different be the best wish for all women, today and every day of the year.
💛

#terreborromeo #lagomaggiore #lakemaggiore #borromeoexperience #artolvers #festadelladonna #8marzo #womensday #IWD2021