Le Isole incantate

Il Grand Tour e la pittura di veduta nei domini Borromeo: da Gaspar Van Wittel a Luigi Ashton

22-02-2015 |

Palazzo Borromeo Isola Bella
20 Marzo 25 Ottobre 2015
Le Isole incantate.
Il Grand Tour e la pittura di veduta nei domini Borromeo: da Gaspar Van Wittel a Luigi Ashton.

A coniare la definizione di “Isola Incantata”, riferendosi all’Isola Bella, fu Gilbert Burnet (1643-1715), un pastore anglicano che visitò l’Italia nel 1686, inaugurando idealmente la stagione delle immancabili tappe sul Lago Maggiore dei viaggiatori europei del Grand Tour. Da allora e sino ai tempi moderni, lo stuolo dei viaggiatori, e con essi, degli artisti che scese ad ammirare l’Isola Bella ed il Lago Maggiore, è diventato ininterrotto, creando la fama di cui le Isole Borromee godono.

L’esposizione, ospitata nello scenografico “grande salone” dell’isola Bella, cercherà di restituire la storia della fortuna delle Isole Borromee, mettendo a confronto dipinti, disegni, incisioni e testimonianze letterarie tra la fine del XVII e la metà del XIX secolo circ


Questa esposizione è la prima di una serie di iniziative promosse dalla famiglia Borromeo per fare conoscere aspetti poco noti delle proprie raccolte artistiche. Si rende così temporaneamente accessibile al pubblico il patrimonio delle opere non esposte nel percorso di visita delle Isole.

Sono pochi, anche se molto significativi, infine i prestiti esterni: dalla celebre Galleria Colonna di Roma, dal Castello di Aglié, dalla Biblioteca Nazionale Braidense di Milano e da alcune altre collezioni private.