Location Borromee

Grandi Giardini Italiani e il lago Maggiore: sbocciano quattro nuove adesioni

26-07-2017 |

Isola Bella, Isola Madre, Rocca di Angera e Parco di Villa Pallavicino entrano nel network di Grandi Giardini Italiani

Con un'offerta turistica di ben quattro giardini sul Lago Maggiore, il circuito turistico Borromeo intende avere un maggior peso nel mercato del turismo culturale, puntando anche su una strategia di marketing unico, a beneficio del territorio.

Ciascun giardino offre uno spettacolo diverso.

Isola Bella con il suo giardino all’italiana, ideata in onore della moglie di Carlo I, Isabella d'Adda, è famosa per il suo Palazzo e per il Teatro Massimo o Ninfeo. Con il suo spettacolare fronte scenico a tre piani, sormontato dalla statua dell'unicorno, emblema del casato dei Borromeo, e la Galleria Berthier arricchita da 130 dipinti, è forse il bene culturale più importante del Lago Maggiore.

Isola Madre accoglie un giardino paesaggistico all'inglese realizzato nell’Ottocento che, grazie ad un clima favorevole, ospita rare piante e fiori esotici provenienti dalle più diverse latitudini. Sopravvissuto a una tromba d'aria, c'è anche un magnifico esemplare di cipresso del Kashmir; ingegnosi tiranti lo assicurano al terreno dell'Isola, esempio della cura dei proprietari e di Gianfranco Giustina, capo giardiniere a cui sono affidati i giardini delle Isole Borromee.

La Rocca di Angera è di proprietà dei Borromeo dal 1445. La Rocca è il risultato di 600 anni di interventi architettonici. Attualmente ospita il Museo della Bambola e del Giocattolo, attualmente il più importante in Europa.
Facendo riferimento ai numerosi documenti, recentemente è stato ricostruito un giardino medievale, addolcendo in questo modo i tratti della fortezza inespugnabile.

Villa Pallavicino a Stresa è una proprietà di sedici ettari che include un parco aperto al pubblico dal 1956. La Villa assomiglia a un balcone sul lago, con una vista mozzafiato sulle Isole Borromee. La proprietà ospita anche una magnifica collezione di acidofile di fioriture e proporzioni spettacolari. Nel parco è stato riservato molto spazio a canguri, lama, pavoni, zebre e molti altri animali, gioia delle famiglie che lo visitano.