Isole Borromee Isole Borromee

29 Settembre 2020

Ispirazione medievale per il giardino della Rocca di Angera

Ispirazione medievale per il giardino della Rocca di Angera

La Rocca di Angera racchiude tra le sue mura merlate un giardino di ispirazione medievale che si estende per duemila metri quadrati.

Le piante nel medioevo erano parte integrante della vita degli uomini: erano cibo, sapori, medicine, tessuti, colori, sapone e molto altro. E avevano anche un significato simbolico legato alla vita spirituale. Nel giardino della Rocca Borromeo si è voluto ricreare l’ambiente che accoglieva, a quel tempo, questo mondo complesso e affascinante. Studiando i testi e le iconografie, si è risaliti alle piante che allora erano conosciute e utilizzate, sono state cercate e, dove possibile, recuperate.

Fiori che oggi sembrano troppo semplici, che crescono ai bordi delle strade, che vengono strappati come infestanti, vengono qui valorizzati e se crescono spontanei mantengono il loro posto d’onore, sfoggiando la loro bellezza ritrovata. È la riscoperta della pianta “originaria”, quella che è presente in natura, che non conosce l’intervento umano e le contaminazioni culturali tipiche dei secoli seguenti.

Il giardino segue il ciclo vitale delle piante e recupera la naturalezza di tempi lontani. Così è possibile ammirare le bellissime fioriture dei meli e dei mandorli in aprile, i fiori della cicoria in agosto e le zucche mature senza più foglie in settembre.

fioriture rocca di angera
I fiori spontanei nel giardino

Nell’orto crescono lattughe, cavoli, carote, cipolle e biete. La zucca è la Lagenaria, quella “a bottiglia”, i legumi sono fave e ceci. Una collezione di erbe aromatiche per i condimenti arricchisce il tutto. Nel frutteto mele e pere, fichi e nespole.

orto rocca di angera
Le erbe aromatiche nell'orto
frutteto rocca di angera
Il melo cotogno, albero da frutto molto diffuso nel medioevo

Nel Giardino dei Principi unica zona dedicata al solo godimento estetico, un roseto accoglie la Rosa Gallica officinale e la Alba, bianche e rosse, che con la loro unica fioritura testimoniano le tradizioni del passato. In questa zona sono presenti anche Le Rose botaniche e damascene, che assomigliano alle loro cugine molto antiche, ma che offrono ai visitatori una fioritura continua e generosa durante l’intera stagione estiva. Insieme alle rose, diverse fioriture erbacee tramandate dalle immagini di allora: Lilium candidum, Lilium martagon, Paeonia officinale, Iris florentina (bianco), primule e violette.

pergolato rocca di angera
Il pergolato del Principe, con al centro una fonte, a maggio si ricopre di rose
rose rocca di angera
La screziatura delle rose botaniche

Per garantire una presenza di colore in tutti i periodi della stagione, sono state aggiunte piante che, pur producendo fiori, avevano tutt’altra destinazione d’uso. Come la cicoria, con il suo fiore estivo blu; la saponaria, delicato fiore rosa pallido; il cerfoglio a leggere infiorescenze bianche; il papavero nei suoi tanti colori; la stachys officinalis, a spighe celesti.

Le erbe officinali, suddivise in gruppi in base alla loro funzione curativa e illustrate con dovizia da un sistema di segnaletiche, riempiono le aiuole rialzate fatte di salice intrecciato, tipiche degli orti dei monaci, nel Giardino delle Erbe Piccole. Qui si trovano anche le piante tintorie, le erbe utili (lino, canapa, saponaria) e le erbe magiche.

Nel Boschetto, dove noccioli, lauri, cipressi e lecci creano un’atmosfera di frescura, un piccolo ruscello sfocia nello stagno dove fioriscono iris, ranuncoli, myosotis e menta acquatica. Più in là, un tasso topiato a tre dischi sovrapposti troneggia sotto la cupola di castagno della pergola, sulla quale arrampicano antiche varietà di vite da uva che, con il tempo, regaleranno un po’ di ombra nei mesi più assolati. Prati fioriti non mietuti offrono l’immagine di selvaticità che si vuole trasmettere.

giardino rocca di angera
Non solo rosso per i papaveri del giardino
giardino erbe piccole rocca di angera
Nei cassoni, fioriscono fino all'autunno accendendo di giallo il giardino

Fino all’1° novembre, alla chiusura stagionale della Rocca di Angera, l’atmosfera del giardino è resa ancora più magica grazie alla mostra d’arte contemporanea “Fantastic Utopias” allestita nell’Ala Scaligera del castello. La mostra, a cura di Ilaria Bonacossa e in collaborazione con Galleria Continua, espone i lavori di 15 artisti internazionali che, nella loro diversità, danno vita a immagini e oggetti inaspettati, al contempo seducenti e spaventosi capaci di portarci in universi alternativi lontani dalla verosimiglianza. La mostra nasce dal presupposto che nel nostro mondo post-reale, in cui conflitti, crisi politiche e ambientali sembrano susseguirsi senza sosta, il fantastico e la sua rappresentazione sono tornati al centro delle riflessioni contemporanee. Con l’obiettivo di evadere dalla realtà, sogniamo di essere circondati da creature magiche, viviamo pensando a mostri e a battaglie tra mondi distopici, come se la secolarizzazione della società portasse al bisogno di immaginarci in mondi altri.

I nostri partner
Instagram Feed
🌿
La melagrana è un frutto molto presente nelle raffigurazioni pittoriche, sia sacre che profane. Miti e leggende ne cantano i diversi significati e proprietà: prosperità, fertilità, resurrezione.
.
Tra i più importanti dipinti di pittura tardogotica lombarda di soggetto profano, la Sala delle Cerimonie della Rocca di Angera ospita un grande lacerto, proveniente dal Palazzo Borromeo di Milano, con la “Raccolta delle melagrane” in cui è possibile riconoscere l’impronta dello stile di Michelino da Besozzo, attivo per la famiglia Borromeo nel 1445.
.
.
.
🌿
Pomegranate is a fruit very present in pictorial depictions, both sacred and profane. Myths and legends sing its different meanings and properties: prosperity, fertility, resurrection.
.
Some of the most important of the Lombard late Gothic paintings of profane subjects are housed in the Sala delle Cerimonie [Ceremonies Room] of the Rocca di Angera, including the "Collection of pomegranates". Originally from Palazzo Borromeo in Milan, it is possible to recognize the style  of Michelino da Besozzo, active for the Borromeo family in 1445.

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #melagrana #pomegranate #roccadiangera #artlovers
Siamo entusiasti che Verbania possa essere Capitale della Cultura Italiana 2022.

Un territorio con una grande ricchezza culturale al quale siamo naturalmente legati da secoli.

@verbania2022

#Verbania2022
#LaCulturaRiflette
#VerbaniaRiflette
#VerbaniaCapitaledellaCultura22
💓
Originario del bacino del Mediterraneo, il ciclamino fu studiato anche da Plinio il Vecchio  che consigliava di piantarlo nel giardino di casa contro la cattiva sorte.
.
Una volta persi i petali, si distende verso il terreno per spargere i semi dai quali nasceranno le nuove piante.
È forse per questo che viene anche considerato simbolo di fertilità.
.
Qual è il vostro colore preferito?
.
.
.
💓
Originally from the Mediterranean basin, cyclamen was studied by Pliny the Elder who advised planting it in the garden of the house to ward off bad luck.
.
Once its petals are gone, it stretches out on to the ground to spread the seeds from which new plants will be born.
This is perhaps why it is also considered a symbol of fertility.
.
Which is your favourite colour?

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #ciclamino #cyclamen
#botanica #natureaddicted
✨
È qui la festa?
.
Possiamo continuare a immaginare quali meravigliose cerimonie e feste abbiano avuto luogo qui, nella Sala da Ballo di Palazzo Borromeo sull'Isola Bella.
.
Reali da ogni parte d’Europa sono rimasti senza fiato davanti a questo Salone in stile neoclassico opera dell’architetto e poeta Giuseppe Zanoja, tra colonne e lesene che si alternano a specchi e nicchie con statue di marmo.
.
.
.
✨
 Is the party here?
.
We can continue to imagine the wonderful ceremonies and celebrations that took place here, in the ballroom of Palazzo Borromeo on Isola Bella.
.
Royalty from all over Europe were speechless at the sight of this Neoclassical style hall. Designed by the architect and poet Giuseppe Zanoja, it features columns and pilasters that alternate with mirrors, niches and marble statues.

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #artlovers #viaggioinitalia #NextDestination #TheBestDestinations #TravelInspiration
💫
"Non è nelle stelle che è conservato il nostro destino, ma in noi stessi."
William Shakespeare
.
Aspettando insieme il nuovo anno, Terre Borromeo vi augura un 2021 di buoni propositi.
Che possa essere davvero un nuovo inizio.
.
.
.
💫
"It is not in the stars that our destiny is preserved, but in ourselves."
William Shakespeare
.
As we wait together for the New Year, Terre Borromeo wishes you a 2021 of great fortune. 
May it truly bring new beginnings.

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #stresa #2021 #happynewyear
❄️
Questi pacchi sono fatti per non essere aperti.
🍊
I giardinieri dell'Isola Bella e dell'Isola Madre hanno impacchettato i nostri agrumi che resteranno chiusi fino a quando le temperature non torneranno miti.
.
.
.
❄️
These packages are made not to be opened.
🍊
Gardeners on Isola Bella and Isola Madre have packed our citrus fruits and they will remain closed until temperatures get warmer again.

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #stresa #isolabella #arancio #orangetrees
🦚
Non ci stanchiamo mai dell'arte, dei fiori, dei musi buffi degli animali.
La bellezza è stata una risorsa fondamentale per affrontare le incognite del 2020.
💖
Questo Natale vi auguriamo di continuare a scoprire la meraviglia delle piccole cose.
.
.
.
🦚
We never get tired of art, flowers or the funny faces of animals.
Beauty has been a key resource in addressing the unknowns of 2020.
💖
This Christmas we hope you continue to discover the wonder of the little things.

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #christmasiscoming #natale2020