Isola Bella

Napoleone Bonaparte

Napoleone Bonaparte soggiorna per due giorni all’isola Bella con un seguito di circa sessanta persone. Non fu accolto di persona dal Conte Borromeo, offeso perché l’esercito francese aveva distrutto la Rocca di Arona, uno dei suoi possedimenti. Le lettere dell’amministratore del palazzo che raccontano l’accaduto al Conte parlano di sporcizia, suppellettili rotte e grande maleducazione di tutto l’enotourage dell’imperatore. Per fortuna Napoleone trovò noioso il soggiorno sia all’Isola Bella che all’Isola Madre, dove andò a caccia di fagiani.
Nel palazzo esiste ancora la sua stanza, con il letto originale dove dormì.