Isole Borromee Isole Borromee
Biglietti
  • Isola Madre
  • È il luogo più voluttuoso che abbia mai visto al mondo
     
    Gustave Flaubert
  • ISOLA MADRE
  • Palazzo Borromeo
  • Un patrimonio che custodisce
    uno spaccato culturale unico
  • ISOLA MADRE
  • Il giardino all’inglese
  • L’impronta esotica di una natura lussureggiante

Storia

Storia

Dalla nuda roccia dell’era glaciale fece capolino nella storia nell’anno 846 come isoletta con poche case, una chiesetta dedicata a san Vittore, un cimitero e alcune piante d’ulivo destinate alla produzione dell’olio da usare nelle liturgie.

Isola Madre
Isola Madre, cerchia di Antonio Joli (Modena, 1700 - Napoli, 1777), 1756-1760 (?), olio su tela

Durante l’età medievale, l’Isola di San Vittore è appartenuta a vari proprietari (abati e vescovi) e solo nel 1501 appare il documento che ratifica il passaggio di proprietà dal vescovo di Novara al nobile Lancillotto Borromeo.

Per via di matrimoni, l’Isola di San Vittore passò attorno al 1520 alla famiglia Trivulzio, e solo nel 1563 Renato Borromeo rientrò in possesso della proprietà, che da lui prese il nome di Isola Renata. Venne dato nuovo impulso alla fabbrica del palazzo chiamando Pellegrino Pellegrini, detto il Tibaldi, figura di spicco della cultura lombarda e architetto di fiducia di Carlo Borromeo, arcivescovo di Milano. In questo periodo risale l’aspetto tardo cinquecentesco del Palazzo che ancora oggi vediamo. A fare grandi progressi anche i giardini ad opera dell’architetto Filippo Cagnola, che nel 1710 immortalò con grande precisione scalinate, pergolati e vasi.

Alla fine del secolo XVIII l’Isola Madre aveva assunto l’aspetto che sostanzialmente conserva ancora oggi e iniziò ad essere considerata un luogo di pace e riposo grazie al clima mite ed alla lussureggiante natura.
Furono in seguito costruite le serre (1826) e la cappella di famiglia, voluta a partire dal 1858 da Vitaliano IX ad opera dell’architetto Defendente Vannini.

All’inizio del Novecento si pensò di trasformare l’Isola Madre prima in albergo e poi di affittarlo solo privatamente a una clientela molto selezionata.
A definire il futuro dell’Isola Madre sono stati invece Giberto e Bona Borromeo Arese tra gli anni Sessanta e Ottanta del Novecento: il palazzo (sontuosamente arredato con mobili e opere d’arte provenienti dalla villa Borromeo Arese di Cesano Maderno) e i vasti giardini sono stati definitivamente destinati al godimento del pubblico.

Cosa vedere

Palazzo Borromeo

Cosa vedere

Palazzo Borromeo

Nel Palazzo dell’Isola Madre si è scelto di privilegiare la dimensione privata della famiglia.

Lo stile è elegantemente sobrio: una successione di logge e sale, arredate con arazzi, mobili e quadri provenienti da varie dimore storiche che la famiglia Borromeo possedeva in Lombardia.

Palazzo Borromeo Interno
Palazzo Borromeo, interno

Tra le stanze più importanti: il salone di Ricevimento, la sala delle Stagioni, il Salotto Veneziano, la Biblioteca, la sala delle Battaglie e quella dei Papi. Ovunque, dalle logge o dalle grandi finestre, è possibile cogliere suggestivi scorci del lago e del parco botanico.
Porcellane e livree, dipinti di famiglia, letti a baldacchino decorati con sontuosi broccati compongono un affascinante affresco di vita cortese.

Un patrimonio che custodisce uno spaccato culturale unico

Palazzo Borromeo Isola Bella Interno
Palazzo Borromeo Isola Bella Interno
Il teatro delle marionette

Scenografie, allestimenti, marionette, interi copioni, partiture musicali, ricevute di pagamenti: un vero e proprio teatrino domestico davanti al quale la famiglia Borromeo intratteneva gli ospiti. Le rappresentazioni coinvolsero dalla metà del XVII secolo in poi i membri della famiglia, gli amici e la stessa servitù. La collezione esposta è tra le più ampie e meglio conservate al mondo. A realizzare quinte e fondali Alessandro Sanquirico, lo scenografo del teatro alla Scala di Milano, che lavorò per i Borromeo attorno al 1830. Insieme alle marionette si trovano esposti anche diversi congegni meccanici che servivano a creare la nebbia, il fuoco, e rumori di scena. Gli effetti speciali di oltre due secoli fa.

 

Il salotto veneziano

Posto nel punto più soleggiato del palazzo, entrando nel salotto veneziano sembrerà di stare sotto a un pergolato sorretto da colonne intrecciate con piante e fiori. Specchi, lampadari di Murano e arredi richiamano il gusto della Serenissima.
Un perfetto e raffinato tromp l’oeil che incanta il visitatore.

Cosa vedere

Il giardino all’inglese

Cosa vedere

Il giardino all’inglese

Con i suoi otto ettari di estensione è la più grande delle Isole Borromee.

Il patrimonio botanico e la forte impronta esotica l’hanno resa il luogo più voluttuoso visto al mondo (cit. Gustave Flaubert). L’attuale parco botanico all’inglese è stato realizzato ai primi dell’Ottocento, e da allora trovano dimora piante e fiori portati da viaggi lontani e acclimatate grazie alle dolci e favorevoli temperature.

Giardino Isola Mdre

Oggi quello dell’Isola Madre è un giardino botanico unico per le essenze vegetali rare provenienti da ogni parte del mondo. Fioriture continue ed esuberanti frutto del lavoro di giardinieri esperti rinnovano di continuo gli angoli del parco: dai boschetti di magnolie a quelli di bambù, dalle profumate pergole di glicini alle spalliere di agrumi, dai parterre di camelie antiche e rododendri fino alle vasche traboccanti di ninfee e fior di loto. Eucalipti, palme e banani convivono con la collezione di conifere e aceri. In piena estate ibiscus, bougainvillee e ipomme esaltano l’emozione del viaggio nel viaggio.

A completare un quadro di così armoniosa bellezza, uccelli variopinti che vivono in perfetta libertà nel parco. Fagiani argentati e dorati, pavoni bianchi passeggiano tranquillamente nei prati e fra i cespugli.

Terre Borromeo-isola-madre-cashmir
Cipresso del Cashmir
terrazze del giardino dell'Isola Madre
Le terrazze del giardino dell'Isola Madre

Una collezione botanica unica
Imperdibili le proteee

 
Il clima mite ha permesso l’insediamento di una flora sorprendente e difficilmente reperibile in altri luoghi: rare essenze vegetali provenienti dalle più diverse latitudini e spettacolari fioriture la rendono un vero paradiso terrestre. Unica la terrazza delle protee, fiore preistorico simbolo del Sudafrica che qui ha trovato il suo ambiente ideale.

 

La storia del cipresso del Cashmir

Ad ombreggiare il Palazzo l’imponente cipresso del Cashmir, arrivato qui nel 1862 dall’Himalaya in un cartoccio di semi freschissimi e diventato negli anni simbolo dell’Isola Madre.
È il più grande e il più vecchio esemplare in Europa della sua specie che, nella sua terra di origine in Tibet, è in via di estinzione.
La tromba d’aria che nel giugno del 2006 si abbatté nel nord dell’Isola Madre lasciò il segno anche su questo gigantesco albero. Salvarlo fu un operazione di alta ingegneria e botanica. Anche se non tornerà mai più alle forme che lo hanno reso «l’albero più bello del mondo», il grande cipresso dell’Isola Madre resta il testimone della dedizione della Famiglia Borromeo alla conservazione del patrimonio naturale.

Dal 2002 i giardini dell’Isola Madre, insieme a quelli dell’Isola Bella, fanno parte del prestigioso circuito inglese della Royal Horticultural Society.

Isola-Madre Terrazza-Protea
La terrazza delle protee, Isola Madre

Info utili

Orari

Il Palazzo e i Giardini dell’Isola Madre sono aperti tutti i giorni fino al 1° novembre 2020 dalle ore 10.00 alle ore 17.30 (ultima Ingresso).
chiusura Palazzo ore 18.00 – Chiusura Giardino ore 18.15

 
 

Biglietti

Si consiglia di acquistare online il biglietto di ingresso per evitare la coda alla biglietteria.

Tariffe

Singolo adulti Singolo ragazzi Gruppo adulti Gruppo ragazzi Baby
Isola Madre (palazzo e giardini) € 13,5 € 7 € 12 € 6 -
Isola Madre + Isola Bella € 24 € 10,5 € 20 € 10 -
Isola Madre + Parco Pallavicino € 19 € 10,5 € 16 € 10 € 3
Isola Madre + Isola Bella +Rocca di Angera € 28 € 14 € 23 € 12 -
Isola Madre + Isola Bella + Parco Pallavicino € 29 € 14 € 24 € 12 € 3
Scarica la tabella in formato PDF con tutti i prezzi
Singolo adulti
Singolo ragazzi
Gruppo adulti
Gruppo ragazzi
Baby
Isola Madre (palazzo e giardini)
€ 13,5
€ 7
€ 12
€ 6
-
Isola Madre + Isola Bella
€ 24
€ 10,5
€ 20
€ 10
-
Isola Madre + Parco Pallavicino
€ 19
€ 10,5
€ 16
€ 10
€ 3
Isola Madre + Isola Bella +Rocca di Angera
€ 28
€ 14
€ 23
€ 12
-
Isola Madre + Isola Bella + Parco Pallavicino
€ 29
€ 14
€ 24
€ 12
€ 3

Come arrivare

In auto
Dall’autostrada dei Laghi in direzione Gravellona Toce, uscita Carpugnino, seguendo le indicazioni per Stresa.
È possibile parcheggiare in Piazza Marconi a Stresa e da qui prendere una delle imbarcazioni per raggiungere le Isole Borromee.
In alternativa, si può lasciare l’auto nel piazzale di Carciano davanti al molo.

 
In treno
Ferrovie dello Stato, linea Milano-Sempione, fermata Stresa.
La stazione dista circa 850 m da Piazza Marconi.
Con Ferrovie Nord, linea Milano-Laveno, fermata Laveno.

 
In autobus
Linea VB Arona Milano: partenza da Milano Lampugnano, fermata B5.
Oppure Verbania – Stresa – Malpensa, su prenotazione.
Per info www.safduemila.com

 
In aereo
Distanza dai principali aeroporti: Torino Caselle 140km – Milano Malpensa 50 km – Milano Linate 110km – Bergamo Orio Al Serio 130 km.

 
DALLA TERRAFERMA ALLE ISOLE
In traghetto

I battelli partono dalle principali località sul lago.
Per maggiori informazioni Navigazione Lago Maggiore – servizio pubblico di linea.
Disponibile anche un servizio pubblico di motoscafi non di linea.

 
In Piazza Marconi a Stresa è presente un info point “Borromeo Experience” con materiale informativo dove poter acquistare e prenotare ticket di ingresso, visite guidate, e tutti i servizi aggiuntivi dell’offerta Borromeo (trasferimenti in motoscafo, pernottamenti, ristoranti, noleggio MTB, ecc).

Vademecum Covid

Vademecum Covid

• Si consiglia di arrivare con il biglietto già acquistato online sulla piattaforma booking.isoleborromee.it

• Nel rispetto delle norme di sicurezza, gli accessi ai siti potranno essere limitati.

• Non è possibile accedere ai siti in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e laddove sussistano condizioni di pericolo come la provenienza da zone a rischio o contatto stretto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti e dall’estero nei 14 giorni precedenti.

• L’accesso è consentito solo se muniti di mascherina.

• Si consiglia di lavarsi le mani frequentemente; lungo i percorsi di visita e nelle toilette sono disponibili dispenser di gel igienizzante.

• Mantenere sempre una distanza maggiore di 1 metro dagli altri visitatori e dal personale.

• Non è disponibile il deposito bagagli.

• Al Parco Pallavicino è vietato toccare le gabbie, i recinti e/o le strutture presenti all’interno del Parco e si consiglia di non toccare gli animali per la loro tutela.

Si invita a consultare le FAQ di Governo.it

ISOLA MADRE
L'offerta delle Terre Borromeo

Tour operator & agenzie

Tutte le info utili rivolte agli operatori: affitto location, esperienze esclusive, scarica materiali e documenti utili.

Wedding

Le tante anime e l’allure aristocratica fanno di questa fortezza la cornice perfetta per un giorno speciale.

Didattica

La proposta didattica per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado estesa a tutte le location delle Terre Borromeo.

Terre Borromeo

Una storia di amore,
tutela e rispetto
che dura da sei secoli.

Chi siamo

Suggerimenti Utili

Orari

  • Isola Bella

  • Isola Madre

  • ROCCA DI ANGERA

  • PARCO PALLAVICINO

Acquista e prenota
  • Direttamente online la possibilità di acquistare in modo sicuro e veloce i biglietti, le visite guidate e molto altro.

Come arrivare

  • Raggiungere le Terre Borromeo è facile! Sono a solo un’ora e mezza da Milano e facilmente raggiungibili dai principali aeroporti. Scopri come raggiungerle in auto, treno e come prenotare il traghetto che vi porterà sulle isole.
Mappe delle Terre Borromeo
I nostri partner
Great Gardens of the World
Instagram Feed
Agli angoli di una delle sale dell'Ala Scaligera q Agli angoli di una delle sale dell'Ala Scaligera quattro grandi specchi si riflettono uno nell'altro, in un gioco di rimandi infinito.
.
"Two Less One" e "Two Less One Black" sono il risultato della performance dell’artista che le ha plasmate con un colpo di martello dopo l’altro, Michelangelo Pistoletto. 
.
Quando guardiamo dentro uno specchio, cosa vediamo davvero?
Liquidità, fluidità e lo scorrere del tempo sono per l’artista gli elementi predominanti. 
.
In questi quadri specchianti vita e arte si mescolano, si contemplano fino a confonderci le idee. Un'opera che ci spinge a cambiare continuamente prospettiva di indagine. 
.
"Fantastic Utopias", in mostra alla Rocca di Angera fino al 27 settembre.
.
In collaborazione con @galleriacontinua
Main sponsor: @aon_italia
.
.
.
At the corners of one of the rooms of the Ala Scaligera, four large mirrors are reflected in each other, in a game of infinite references.
.
"Two Less One" and "Two Less One Black" are the result of the performance of the artist who shaped them, Michelangelo Pistoletto, with one hammer blow after another.
.
When we look into a mirror, what do we really see?
Liquidity, fluidity and the passage of time are the predominant concepts of the artist.
.
In these mirror paintings, life and art mix, contemplating each other to the point of confusion. A work that pushes us to continuously rethink our perspective of investigation.
.
"Fantastic Utopias", on display at the Rocca di Angera until September 27th.

#artlovers #art #roccadiangera #terreborromeo #stresa #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience
"In un bacio, saprai tutto ciò che è stato taciu "In un bacio, saprai tutto ciò che è stato taciuto."
Pablo Neruda
.
L'Isola Bella è spesso complice di baci romantici, una cornice speciale per i vostri momenti indimenticabili.
.
Buona Giornata Internazionale del Bacio.
.
.
.
"In a kiss you will know all that has been kept silent."
Pablo Neruda
.
Isola Bella is often the setting of romantic kisses, a special place to experience unforgettable moments.
.
Happy International Kissing Day.

#terreborromeo #stresa #isolabella #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #worldkissday #viaggioinitalia
Che cos’è la bellezza? . Un luogo fantastico, u Che cos’è la bellezza?
.
Un luogo fantastico, una sensazione intatta, una meravigliosa visione: in qualsiasi forma si presenti, non possiamo fare a meno della bellezza. 
.
Così è stato per Vitaliano VI quando immaginava l'invenzione dell’Isola Bella. Ripercorriamo passo dopo passo le idee, i progetti e le testimonianze grazie alla mostra “Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella".
.
A Palazzo Borromeo fino al 1° novembre 2020.
.
.
.
What is beauty?
.
An unforgettable place, an incredible sensation, a breathtaking vision: in whatever way we experience it, we cannot live without beauty.
.
This is how it was for Vitaliano VI when he imagined the creation of Isola Bella. We retrace his ideas, projects and testimonies step by step in the exhibition “Vitaliano VI: The Invention of the Isola Bella”.
.
At Palazzo Borromeo until the 1st of November.

#artlovers #terreborromeo #isolabella #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #baroccopiemonte
✨ Ecco come nasce un mito. . Nella mostra “Vit ✨
Ecco come nasce un mito.
.
Nella mostra “Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella” a Palazzo Borromeo si racconta il grandioso progetto di Vitaliano VI, l'inventore di questo luogo magico.
.
Quattro sezioni in cui dipinti, disegni, sculture, arredi e medaglie, oggetti solitamente non esposti al pubblico, testimoniano la creazione di un ideale di bellezza senza eguali che ancora oggi desta  la meraviglia negli occhi più curiosi.
.
Main sponsor: @aon_italia
.
@artribune
.
✨
Have you ever wondered how a myth is born?
.
In the exhibition “Vitaliano VI: The Invention of the Isola Bella” at Palazzo Borromeo, the story of the creator of this magical place, Vitaliano VI, is told.
.
Here you can explore four areas featuring a variety of paintings, drawings, sculptures, furnishings and medals. These objects are not usually on display to the public and they are living proof of an ideal of unparalleled beauty that, even today, has the power to spark wonder in the most curious of eyes.

#artlovers #terreborromeo #isolabella #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #baroccopiemonte
🌵 Quest’anno più che mai ci siamo resi conto 🌵
Quest’anno più che mai ci siamo resi conto di quanto il nostro Paese sia straordinario e di come non serva andare lontano per immergersi nella bellezza di arte e natura.
✨
All’Isola Madre è iniziata la stagione della fioritura delle succulente.
Addossate agli scogli dell’isola, aloe, cactus e fichi d’india hanno trovato qui il loro angolo perfetto, dove fioriscono e incantano con la loro singolare bellezza.
🌵
Dalle barca la visuale è perfetta.
Qui la natura si fa scoprire nella sua straordinaria varietà.
.
.
.
🌵
This year, more than ever, we found ourselves considering how extraordinary our country is and how you don't need to go far to immerse yourself in the beauty of art and nature.
✨
The succulents flowering season has come to the Isola Madre.
Leaning on the island's rocks, aloe, cactus and prickly pears have found here their perfect corner, where they bloom and charm with their singular beauty.
🌵
From the boat, the view is perfect.
Here nature reveals its extraordinary variety. 
#terreborromeo #isolamadre #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #natureaddicted
La felicità è da sempre al centro dei desideri d La felicità è da sempre al centro dei desideri dell’uomo.
A volte coincide con la gioia di costruire e di realizzare i propri sogni, con l’avere qualcosa a cui appassionarsi e in cui sperare.
.
Vitaliano VI ha realizzato un grandioso progetto e le sue opere ci parlano ancora oggi, dopo quattrocento anni.
.
Vi sveliamo la sua storia alla mostra “Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella” a Palazzo Borromeo.
. 
Main sponsor: @aon_italia
.
.
.
Happiness has always been at the center of humankind's desires.
Sometimes it corresponds to the joy of building and realizing one's dreams, having something to be passionate about and to hope for.
.
Vitaliano VI realized a grandiose project and his works still talk to us today, after four hundred years.
.
We reveal his history at the exhibition “Vitaliano VI. The invention of the Isola Bella" at Palazzo Borromeo.

#artlovers #terreborromeo #isolabella #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #baroccopiemonte
🖼 Tra le collezioni di capolavori di Palazzo Bo 🖼 Tra le collezioni di capolavori di Palazzo Borromeo quest'opera ci racconta di un'inconsueta merenda realmente accaduta, proprio oggi nel 1712.
.
Carlo IV Borromeo (1657-1734) erede carismatico del fondatore dell’Isola Bella, Vitaliano VI, fu vicerè di Napoli per nomina dell’imperatore Giuseppe I d’Asburgo.
.
Nel golfo della città, a bordo della Galera “San Carlo”, ricevette insieme alla sua famiglia ministri e signori del tempo. Per l’occasione venne organizzata una sontuosissima merenda.
.
Piatti d’argento con frutta candita, confetti bianchi di nocciole, pistacchi e mandorle, centinaia di cioccolatini, biscotti di ogni genere e piramidi di sorbetti sono stati serviti per questo ricevimento fastoso.
Un momento che andava immortalato su tela, non trovate?

Giovanni Garri (Napoli? - post 1745), Merenda di Carlo IV Borromeo Arese nel golfo di Napoli del 18 Giugno 1712 (dettaglio).
.
.
.
🖼 
Among the collections of masterpieces of Palazzo Borromeo, this work tells us of some unusual refreshments that were really enjoyed on this very day in 1712.
.
Carlo IV Borromeo (1657-1734), the charismatic heir to the founder of Isola Bella, Vitaliano VI, was Viceroy of Naples by appointment of the Emperor Joseph I of Habsburg.
.
In the Gulf of the city, aboard the galley San Carlo, he welcomed various ministers and gentlemen with his family. For the occasion, a grandiose refreshment had been organized.
. 
Silver dishes with candied fruit, white hazelnut candies, pistachios and almonds, hundreds of chocolates, biscuits of all kinds and sorbet pyramids were served for this magnificent receiving. 
A moment that had to be eternalized on canvas, don't you think?
. 
Giovanni Garri (Naples? – after 1745), Refreshments of Carlo IV Borromeo Arese in the Gulf of Naples on 18 June 1712 (detail).
. 
#artlovers #terreborromeo #isolabella #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience
✨ Le meraviglie della natura e le opere dell'uom ✨
Le meraviglie della natura e le opere dell'uomo in un dialogo continuo.
.
Sale impreziosite da centinaia di opere con cornici dipinte a oro e turchino, busti in marmo, vasi in alabastro, lastre di ardesia decorate a fiori che punteggiano anche le pareti.
.
La mostra “Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella” ci porta direttamente dentro Palazzo Borromeo, dove Vitaliano VI, insieme agli architetti Biffi e Cagnola, ha realizzato un esempio irripetibile di Barocco.
.
Giocando con il contrasto e la similitudine fra l’interno del palazzo e l’esterno di giardini a terrazze, ci hanno regalato un gioiello tutt’ora unico al mondo.
. 
Vi aspettiamo a scoprirlo!
.
Main sponsor: @aon_italia
.
.
✨
The wonders of nature and the works of man in a continuous dialogue.
.
Rooms made precious with hundreds of works painted in gold and deep blue, marble busts, alabaster vases, slate plates decorated with flowers, which also dot the walls.
.
The exhibition "Vitaliano VI. The invention of the Isola Bella" brings us directly into the Borromeo Palace, where Vitaliano VI, in collaboration with the architects Biffi and Cagnola, realized an unrepeatable example of the Baroque.
. 
Playing with contrast and similitudes between the interior of the palace and the exterior made of terraced gardens, they gave us a jewel still unique in the world.
.
Come and discover it!

#artlovers #terreborromeo #isolabella #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #baroccopiemonte
🌈 Una leggenda narra che quando l'arcobaleno de 🌈
Una leggenda narra che quando l'arcobaleno della dea Iris dall'Olimpo toccava terra con un messaggio per gli uomini, un fiore di iris spuntava nel terreno.
🌱
Da pochi giorni gli iris hanno cominciato a dipingere il Giardino dei Principi alla Rocca di Angera. 🌈
Uno scenario da non perdere e nuove buone notizie da ricevere!
.
.
. 🌈
Legend has it that when the rainbow of the goddess Iris of Olympus touched the earth with a message for mankind, an iris flower sprouted from the ground.
🌱
A few days ago, irises began to paint the Garden of the Princes at Rocca di Angera.
🌈
Some good news to enjoy and a sight not to be missed!

#terreborromeo #roccadiangera #lakemaggiore #lagomaggiore #borromeoexperience #natureaddicted