Isole Borromee Isole Borromee

7 Aprile 2022

Aprile dolce fiorire: sull’Isola Madre sbocciano magnolie, mimose e protee

Aprile dolce fiorire: sull’Isola Madre sbocciano magnolie, mimose e protee

Gran parte del fascino dell’Isola Madre deriva dal suo microclima mite: il suo giardino botanico è tra i primi di acclimatazione in Italia. E pare che fu proprio questa caratteristica a far innamorare del luogo Lancillotto Borromeo all’inizio del 1500. Lo capirete quando, sbarcati sull’isola, sentirete l’abbraccio accogliente della vegetazione circondati dalle acque blu del lago.

La dolcezza delle temperature è l’ideale per accogliere essenze vegetali esotiche, originarie di ogni parte del mondo. Iniziando il percorso nel giardino lungo Viale Africa, la zona più calda dell’isola, si scorge subito l’Acacia verticillata della Nuova Zelanda, una delle mimose più belle e rare. Inoltrandosi in questo eden profumato, si raggiunge a un certo punto il Piazzale dei pappagalli e sulla sinistra il Bosco delle magnolie. Qui spiccano esemplari di magnolia grandiflora che raggiungono anche i trenta metri d’altezza, con foglie lucenti e coriacee.

Nella collezione formata da circa 30 varietà, sparse qui e là in tutto il giardino all’inglese, si distinguono alcune rarità: una di queste è la Yellow Bird che si riconosce dai fiori giallo vivo a coppa ravvicinata, larghi fino a 12 centimetri. Ci sono poi tre tipologie di varietà Alba: la magnolia denudata di origine cinese che si riempie di grandi fiori color bianco candido a forma di coppa e si fa notare per il bel portamento; la raffinatissima Leda, dai candidi petali ondulati e la Campbell Alba nella cui fioritura pare di vedere un volo di gabbiani: proveniente dalla zona himalayana, questa qualità ha grandi petali rivolti all’ingiù.

Uno dei tesori botanici più antichi custoditi sull’Isola Madre si trova nella Terrazza delle Protee. Nello spazio, aperto nel 2013 e riservato al fiore nazionale del Sudafrica, sono presenti anche esemplari della stessa specie di origine australiana e di altri Paesi a clima mediterraneo. Ancora una volta il clima particolare ha reso possibile, insieme a trattamenti di drenaggio e pacciamatura del terreno, l’insediamento in piena terra delle protee che qui sono protette anche da una siepe di sughero.

E allora non perdete l’occasione di conoscere da vicino queste altre chicche che la primavera ci regala.

I nostri partner
Instagram Feed
Sentite già il rombo dei motori?
Sono le Rolls Royce che stanno raggiungendo la Rocca di Angera.
🚙
A partire dalle 15.00, oggi pomeriggio una lunga coda d’auto d’epoca farà visita al castello per rimanere fino alle ore 18.00. 
Le 41 auto che faranno tappa alle Terre Borromeo fanno parte del Club inglese RREC (Rolls Royce Enthustiasts Club).
✨
Prenotate i biglietti di ingresso in anticipo al link in bio per non perdervi lo spettacolo!
.
.
.
Can you already hear the roar of the engines?
They are the Rolls Royces that are reaching the Rocca di Angera.
🚙
Starting at 3.00pm this afternoon, a long queue of vintage cars will visit the castle and stay until 6.00pm.
The 41 cars that will stop at Terre Borromeo are part of the English RREC Club (Rolls Royce Enthustiasts Club).
✨
Book your tickets in advance at the link in our bio to make sure you don’t miss the show!

#terreborromeo #lagomaggiore #lakemaggiore #roccadiangera #rollsroyce #raduno #autodepoca #cars #BorromeoExperience