Isole Borromee Isole Borromee

23 Aprile 2021

Parco Pallavicino e Rocca di Angera riaprono lunedì 26 aprile

Parco Pallavicino e Rocca di Angera riaprono lunedì 26 aprile

Stresa, 23 aprile 2021Terre Borromeo inaugura la stagione 2021 con l’apertura graduale delle sue destinazioni. In seguito all’approvazione del nuovo decreto in vigore dal 26 aprile e al ripristino della zona gialla in diverse regioni, fra cui Lombardia e Piemonte, da lunedì tornano ad accogliere visitatori e turisti alcune delle destinazioni Terre Borromeo: Parco Pallavicino, a Stresa, e Rocca di Angera sul versante lombardo del Lago Maggiore. È rimandato solo di qualche giorno il via della stagione 2021 per le Isole Borromee che apriranno giardini e palazzi nei week-end di maggio, a partire dall’1.

Con la primavera alle porte e il desiderio di vita all’aria aperta, sarà piacevole scoprire tutte le novità della stagione, che si concluderà il 1° novembre, nel rispetto delle misure di sicurezza e avendo sempre cura di visionare il sito web www.isoleborromee.it o di contattare il call center (numero 0323 933478) per essere aggiornati all’ultimo minuto riguardo giorni e orari di apertura, in base all’evolvere delle disposizioni governative. È fortemente consigliato raggiungere le destinazioni Terre Borromeo già muniti di biglietto acquistabile tramite la piattaforma booking.isoleborromee.it

Al Parco Pallavicino la natura si risveglia dopo le lunghe e fredde giornate invernali. Tutto è pronto per intrattenere i visitatori, soprattutto i più piccoli, e fare le presentazioni dei nuovi arrivati fra le oltre 50 specie di mammiferi e volatili: il maialino Bacon, gli asinelli nani e le galline olandesi dette anche “ciuffate” per la particolare foggia del ciuffo di piume che ricopre completamente la loro testa.
Nella giornata di lunedì 26 aprile l’ingresso è gratuito per i residenti a Stresa e gli operatori sanitari.

Dal versante piemontese a quello lombardo del Lago Maggiore, riaprono anche i cancelli della Rocca di Angera, meta ideale per una escursione in giornata all’insegna della cultura. Nelle sue sale ha sede il Museo della Bambola e del Giocattolo più grande d’Europa. Lo splendore degli affreschi trecenteschi, delle grandi tele, dei ritratti e degli arredi riportano ad epoche antiche nelle sei suggestive sale del castello: del Buon Romano, della Mitologia, delle Cerimonie, di San Carlo, dei Fasti Borromeo e di Giustizia. La Rocca di Angera custodisce anche un incantevole giardino medievale che proprio in questi mesi è nel cuore delle sue fioriture. Infine, la Caffetteria sulla terrazza panoramica vista lago è perfetta per chi cerca una breve sosta rilassante, o è solo di passaggio, senza necessariamente entrare a visitare il castello.

Rocca di Angera - Giardino Medievale
Rocca di Angera - Giardino Medievale

È in via di definizione la riapertura del Mottarone Adventure Park e del Bar Stazione. Nel frattempo, chi sale in vetta alla “montagna dei sette laghi” può concedersi una pausa di gusto al ristorante Rifugio Genziana, una garanzia per assaporare gli ingredienti genuini della cucina ossolana. Il servizio sarà disponibile per gli ospiti solo con tavoli all’aperto come definito dal decreto contenente le misure anti Covid. Apertura tutti i giorni dalle ore 9 alle 17, per informazioni e prenotazioni tel. 0323925090/ 3388798061.


Orari e tariffe

Rocca di Angera: apertura dal 26 aprile al 30 giugno tutti i giorni dalle ore 10 alle 17.30 (chiusura Rocca alle 18.00).
Ingresso 12 euro (adulti); 8,50 euro ragazzi (da 6 a 15 anni)

Parco Pallavicino: apertura dal 26 aprile al 30 giugno tutti i giorni dalle ore 10 alle 17.30 (chiusura Parco alle 18.30)
Ingresso 12 euro (adulti); 8 euro ragazzi (da 6 a 15 anni); 4 euro bambini (da 3 a 5 anni)

I nostri partner
Instagram Feed
Il numero di specie che appartengono al genere della skimmia è piuttosto dibattuto tra i botanici, ma a noi una cosa è chiara: dall’Himalaya e dal Giappone sono giunte fino all’Isola Madre.
💙
In autunno, le bacche verdi della skimmia diventano di un rosso acceso e restano sulla pianta fino alla primavera successiva. Sono così simili ai grani del pepe che il fiore viene anche chiamato “falso pepe”.
.
Volete sapere come riconoscerle? Avvicinate il naso, se il profumo è gradevole all’olfatto, allora l’avrete trovata.
👀
C’è un’altra curiosità che la contraddistingue... Ve la sveliamo nelle stories.
.
.
.
The number of species that belong to the genus of skimmia is rather debated among botanists, but one thing is clear to us: from the Himalayas and Japan they have reached Isola Madre.
💙
In the fall, skimmia's green berries turn bright red and stay on the plant until the following spring. They are so similar to peppercorns that the flower is also known as the "false pepper".
.
Do you want to learn how to recognize them? Bring your nose closer: if the scent is pleasant to smell, then you have found it.
👀
There is another curiosity that distinguishes it... We’ll reveal it to you in our stories.

#terreborromeo #lagomaggiore #lakemaggiore #isolamadre #skimmia #nature #flowers
🖼️
#Berthier130
Immerso in un blu profondo, un giovane uomo dall’identità sconosciuta ci catapulta nella pittura di Leonardo, che, nell’Ottocento, si credeva autore di questa tela, oggi conservata nella Galleria Berthier.
.
La mano del pittore è invece quella del Boltraffio, che con sapienza è riuscito a mescolare il naturalismo espressivo tipico della pittura lombarda ai caratteri introspettivi e psicologi della pittura leonardesca.
.
Il ritratto rappresenta una delle opere più importanti nel percorso artistico del Boltraffio. Nelle stories vi raccontiamo di più su questo quadro così importante.
.
Giovanni Antonio Boltraffio
Ritratto maschile
1500-1502 circa
Galleria Berthier, Palazzo Borromeo
Isola Bella
.
.
.
🖼️
#Berthier130
Immersed in a deep blue, a young man with an unknown identity catapults us into the painting of Leonardo, who, in the nineteenth century, believed himself to be the author of this canvas, now preserved in the Galleria Berthier.
.
The painter's hand is instead that of Boltraffio, who wisely managed to mix the expressive naturalism typical of Lombard painting with the introspective and psychological characters of Leonardo's painting.
.
The portrait represents one of the most important works in Boltraffio's artistic career. In our stories we will tell you more about this very important picture.
.
Giovanni Antonio Boltraffio
Male portrait
About 1500-1502
Galleria Berthier, Palazzo Borromeo
Isola Bella

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore #isolabella #palazzoborromeo #galleriaberthier #artlovers #berthier130
Prendete un petalo di clerodendro e strofinatelo tra le mani, sarete sorpresi da un profumo intenso. 
💐
I giardinieri amano molto questa pianta, ma non solo per il suo profumo! 
Il clerodendro fiorisce da fine agosto fino all’autunno inoltrato fino a colorare anche gli inverni più duri.
.
Sull’Isola Madre, si vedono già le infiorescenze a grappolo formate da tanti fiori stellati bianchi e rossi, cresciuti all’apice dei rami. 
🌸
Quando le bacche saranno diventate blu-viola, avranno completato la fioritura invernale. Ormai manca pochissimo! 
.
.
.
Take a clerodendron petal and rub it in your hands, you will be surprised by an intense perfume.
💐
Gardeners love this plant very much, but not just for its scent!
The clerodendron blooms from late august till autumn and adds color even to the harshest of winters.
.
On Isola Madre, you can already see clusters of inflorescences formed by many white and red starry flowers, growing at the apex of the branches.
🌸
By the time the berries have turned a blue-purple, they will have completed their winter flowering. It’s almost time!

#terreborromeo #lakemaggiore #lagomaggiore  #isolamadre #clerodendro #clerodendron #nature #flowers
Se foste stati pittori nel Cinquecento, come avreste vissuto? E se foste state donne pittrici?
🖼️
Da poco tempo all’Isola Bella ha fatto ritorno il quadro della pittrice Fede Galizia, temporaneamente esposto al Castello del Buonconsiglio di Trento per una mostra interamente dedicata alle sue opere.
👗
Per una donna era molto difficile accedere alla carriera artistica al tempo, ma Fede Galizia ebbe grande successo, diventando molto apprezzata dall’elité milanese e praghese. Divenne famosa per le nature morte e per aver dipinto le pale d’Altare, attività molto rara per il mondo femminile.
🎨
Scoprite nelle Storie nella storia, Elisabetta Sirani e Francesca Volò Smiller, detta Vicenzina, le altre due donne presenti a Palazzo Borromeo sull’Isola Bella. Buona lettura, nelle nostre stories!
.
.
.
If you had been a painter in the sixteenth century, how would you have lived? What if you were a female painter?
🖼️
The painting by the artist Fede Galizia has recently returned to Isola Bella, temporarily on loan to the Castello del Buonconsiglio in Trento for an exhibition entirely dedicated to her works.
👗
It was very difficult for a woman to access an artistic career at the time, but Fede Galizia had great success, becoming very popular with the Milanese and Prague elite. She became famous for still lifes and for having painted altarpieces; a very rare activity for the female world.
🎨
Find out in the Storie nella Storia through history, discover Elisabetta Sirani and Francesca Volò Smiller, known as Vicenzina; the other two women who were present at Palazzo Borromeo on Isola Bella. Enjoy the reading in our stories!

#terreborromeo #lagomaggiore #lakemaggiore #palazzoborromeo #galleriaberthier #isolabella #donnepittrici #womenpainters #art #artlovers